Condizioni contrattuali per una casa vacanza in Sardegna

Condizioni generali d'intermediazione

Per l’intermediazione di case vacanza private in Sardegna attraverso la Tisenti GmbH valgono le seguenti condizioni generali. Le condizioni regolano unicamente il rapporto giuridico tra il registrante e la Tisenti GmbH, cioè il mandato di mediazione riguardo ad un rapporto privato di locazione. Per il rapporto di locazione intermediato tra il registrante (denominato di seguito “inquilino”) ed il proprietario sardo di casa (denominato di seguito “locatore”) valgono invece esclusivamente le disposizioni del contratto di locazione.

  1. Con la registrazione l’inquilino fa contemporaneamente due offerte impegnative:
  2. una per stipulare un contratto d’intermediazione di locazione ai sensi di un contratto di mandato.
    Parti contrattuali sono l’inquilino e la Tisenti GmbH (denominata di seguito “intermediatrice”).
  3. ed una per stipulare un contratto di locazione. Oggetto di tale contratto è l’affitto a breve termine di un immobile in Sardegna. A questo proposito le parti contrattuali consistono nell’inquilino e nel rispettivo locatore. L’intermediatrice dispone a tale riguardo della procura a concludere contratti per il locatore.
  4. La registrazione avviene attraverso la ricezione presso l’intermediatrice del modulo di registrazione debitamente compilato e controfirmato.
  5. Il contratto di mediazione nonchè quello di locazione sono confermati dopo l’avvenuta accettazione verbale, telefonica o scritta da parte dell’intermediatrice. L’inquilino rinuncia espressamente alla notifica delle dichiarazioni d’accettazione.
  6. L’intermediatrice conferma la registrazione attraverso l’invio del contratto di locazione conforme alle condizioni contenute nel modulo di registrazione.  Un contratto di locazione difforme  nel suo contenuto dalle condizioni indicate nella non è da considerarsi valido e necessita di nuova accettazione da parte dell’inquilino.
  7. L’intermediatrice è autorizzata a calcolare, in caso di modifiche posteriori richieste dall’inquilino concernenti l’oggetto di locazione o il periodo di locazione, un’indennità forfettaria di € 50,00.
  8. Nello svolgimento  della sua attività, l’intermediatrice è tenuta ad osservare gli obblighi di diligenza, di corretta informazione e di consulenza nei confronti dell’inquilino. Quest’ultima non risponde invece per la prestazione degli obblighi contrattuali del locatore ossia per l’inadempimenti delle obbligazioni nell’ambito delle mediate prestazioni di terzi. Le basi contrattuali del mandato di intermediazione sono le descrizioni della casa nel catalogo (o sul sito internet) e il listino prezzi vigente per l’anno di intermediazione.
  1. La provvigione dell'intermediatrice è compreso nell’importo complessivo indicato sul listino prezzi.
  2. L’intermediatrice non risponde nei confronti dell’inquilino per l’inesatta consulenza causata da informazioni erronee fornite dal locatore.
  3. L’intermediatrice risponde solo per dolo e – nella misura in cui ciò non sia legalmente escludibile – per colpa grave.
  4. L’inquilino riconosce che l’intermediatrice è autorizzata a:
    a.) eseguire tutti gli atti giuridici per la modifica, la configurazione/l’organizzazione e la risoluzione del rapporto di locazione (compresa la disdetta/recesso e l’aumento/la riduzione del canone di locazione), eccetto l’incasso del canone di locazione.
    b.) far valere in giudizio in nome del locatore i diritti che risultano da atti giuridici e di incaricare un avvocato. Ciò si estende anche a trattative stragiudiali di qualsiasi tipo, alla stipula di transazioni finalizzate ad evitare un’azione legale e alla ricezione di pagamenti.
  5. Foro competente per le azioni giudiziarie dell’inquilino contro l’intermediatrice è il tribunale situato presso la sede dell’intermediatrice. Foro competente per le azioni dell’intermediatrice contro l’inquilino è il tribunale situato presso la sede dell’intermediatrice. Si applica il diritto tedesco.I fatti ritenuti dall’inquilino come adempimento non conforme dell’intermediatrice sono da comunicare entro tre giorni dal loro rilievo in qualsiasi forma comprovabile. Dalla violazione di tale obbligo consegue la perdita di qualsiasi diritto al risarcimento dell’inquilino nei confronti dell’intermediatrice o del locatore. I diritti dell’inquilino cadono in prescrizione dopo tre mesi.
  6. Qualora singole disposizioni del presente contratto dovessero essere invalide, ciò non inficia la validità delle restanti disposizioni del presente contratto.

Condizioni del contratto d'affitto

Per il contratto d'affitto (per finalità turistica) mediato da parte dell'intermediatrice tra il registrante (chiamato di seguito inquilino) ed il rispettivo locatore della casa turistica (chiamato di seguito locatore) valgono  le seguenti condizioni contrattuali:

  1. Il contratto tra l'inquilino ed il locatore si perfeziona a seguito dell'arrivo del modulo di registrazione debitamente compilato e sottoscritto  dal richiedente e controfirmato dall'intermediatrice , con accettazione da parte del locatore.
  2. L'intermediatrice possiede la procura per concludere e perfezionare  il contratto  in nome e per  conto del locatore.
  3. Durante il periodo di locazione specificato nel modulo di registrazione, il locatore si impegna a  cedere temporaneamente l'unità immobiliare, oggetto di locazione, più dettagliatamente descritta nella  registrazione. L'unità immobiliare è concessa in locazione esclusivamente per finalità turistiche. L'inquilino ha l'obbligo di pagare il canone di locazione.
  4. I criteri di prestazione indicati nel catalogo (o sul sito internet) da parte dei proprietari di casa dei rispettivi oggetti di locazione,  il listino prezzi vigente al momento della conclusione del contratto e le condizioni del contratto d'affitto costituiscono la base contrattuale. Patti accessori che modificano il contenuto delle prestazioni dovute, necessitano di forma scritta per aver validità.
  5. In aggiunta al prezzo giornaliero indicato nell’elenco prezzi, è dovuto un forfait pari ad €50 per l'assistenza in loco (per la descrizione del servizio d'assistenza vedasi Servizi). Inoltre è dovuto l'importo per la pulizia finale dell’oggetto di locazione (secondo indicazione sul listino prezzi dell' oggetto di locazione). I servizi vengono eseguiti dalla Cascoop Service srl. Gli importi dovuti per i servizi non sono compresi nell’importo indicato nel contratto di locazione e sono da pagare in contanti il giorno dell'arrivo.
  6. La consegna dell'unità locata può avvenire dalle ore 18:00 (orario locale) del giorno di inizio locazione; l'inquilino dovrà riconsegnare l'oggetto di locazione  entro e non oltre le ore 09:30 (orario locale) del  giorno di fine locazione.
  7. Nel calcolo del canone di locazione verrà conteggiato, a tariffa intera,  ogni notte, tranne nei casi in cui nel contratto la consegna dell’oggetto locato sia pattuita  prima le ore 18:00 (orario locale) oppure l'unità locata venga riconsegnata  nel  giorno di fine  locazione, dopo delle ore 09:30 (orario locale).  In questi casi, verrà conteggiata la intera tariffa del  rispettivo giorno, purchè l`inquilino richieda obbligatoriamente  tale deroga dagli orari standard all’invio del modulo di registrazione.
  8. L'accettazione fiduciaria, l'amministrazione e l'inoltro dei pagamenti dell'affitto sono sotto la responsabilità di CLR Treuhand GmbH, Bräuhausstr. 4, 80331 Monaco di Baviera.
  9. In caso di erronea indicazione nel contratto di affitto di informazioni o  dell’importo totale del canone di locazione rispetto al listino pubblicato e ai regolamenti e/o al preventivo calcolato o inviato  in base alle tariffe vigenti e pubblicate in catalogo ,  all'intermediatrice e/o al locatore spetta  il diritto di correggere l’errore, previo invio di opportuna comunicazione all’inquilino e rettifica degli importi pagati o da pagare.   
  10. Per il perfezionamento del contratto di affitto, il locatore richiede una caparra pari al 30 % del canone di locazione. La caparra deve essere inviata a mezzo bonifico bancario entro 3 giorni dal ricevimento del contratto di affitto, inviato via (e-mail) dall’intermediatrice. Il saldo restante dovrà essere pagato entro e non oltre 40 giorni prima dell'inizio della  locazione e dovrà essere inviato , a spese e cura dell’inquilino,  senza necessità di ulteriore richiesta da parte del locatore o dell'intermediatrice, a mezzo bonifico bancario sul  conto corrente indicato nel contratto d'affitto.
  11. Il pagamento del canone o di quant'altro dovuto anche per oneri accessori non potrà essere sospeso o ritardato da pretese o eccezioni dell' inquilino, qualunque ne sia il titolo. Il mancato puntuale pagamento, qualunque ne sia causa, anche di una solo rata del canone, nonché di quant' altro dovuto ove di importo pari ad una mensilità del canone, determinerà, per patto espresso, la risoluzione di diritto del contratto d'affitto.
  12. Nel caso in cui il pagamento anticipato del canone di locazione dovesse essere impossibile o difficoltoso, a causa del perfezionamento del contratto poco tempo prima dell'arrivo dell'inquilino, la cessione dell'alloggio avverrà  soltanto contro firma di un incarico d'addebito in conto corrente rilasciato da parte dell'inquilino a favore della CLR Treuhand GmbH, per l’importo dovuto.
  13. L’affittuario è obbligato a depositare la cauzione indicata nei dettagli di pagamento della casa vacanza 14 giorni prima dell'inizio del periodo di durata della locazione. Il deposito viene effettuato esclusivamente con l'invio di un'autorizzazione di addebito diretto a favore dell'intermediaria. Il deposito viene gestito su incarico del locatore dall’intermediaria.
  14. Al locatore spetta il diritto di negare all'inquilino l'accesso all'appartamento turistico nel caso in cui l'affitto e / o la cauzione non dovessero essere pagate o depositate per intero prima dell'inizio del periodo di locazione.
  15.  L’eventuale recesso dal contratto d'affitto da parte dell'inquilino è da comunicarsi all’'intermediatrice per iscritto con lettera raccomandata a.r. e comporta il pagamento delle seguenti penali da parte dell' inquilino:* il 10 % dell'ammontare del canone di locazione complessivo, se il recesso perviene all'intermediatrice fino a 90 (novanta) giorni prima dell'inizio del periodo di locazione. * il 33 % dell'ammontare del canone di locazione complessivo, se il recesso perviene all'intermediatrice fino a 45 (quarantacinque) giorni prima dell'inizio del periodo di locazione. * il 66 % dell'ammontare del canone di locazione complessivo, se il recesso perviene all'intermediatrice fino a 30 (trenta) giorni prima dell'inizio del periodo di locazione. * il 95 % dell'ammontare del canone di locazione complessivo, se il recesso perviene all'intermediatrice fino a 5 (cinque) giorni prima dell'inizio del periodo di locazione. * il 100 % dell'ammontare del canone di locazione complessivo, se il recesso perviene all'intermediatrice meno di 5 (cinque) giorni prima dell'inizio del periodo di locazione. I termini di recesso o annullamento decorrono dalla data di arrivo della dichiarazione di recesso all'intermediatrice.  Sono comunque esclusi da qualsiasi rimborso, il  recesso o la disdetta del contratto d'affitto a soggiorno già iniziato; da ciò consegue, che l'inquilino ha l'obbligo di pagare l'intero canone di locazione, anche qualora non usufruisca per l’intero periodo  dell’unità locata.
  16. Nessuna penale di recesso dal contratto verrà applicata  nel caso in cui l’inquilino, contestualmente alla comunicazione di recesso, fornisca adeguato sostituto che subentri nel contratto di locazione alle medesime condizioni.
  1. Sia l'inquilino che il locatore possiedono il diritto di disdire il contratto d'affitto, qualora l'esecuzione del contratto d'affitto si renda notevolmente più difficile, o quando viene messa in un pericolo rilevante o pregiudicata per cause  di forza maggiore non prevedibili al momento della stesura del contratto. Il locatore potrà chiedere dall'inquilino il risarcimento per le sue prestazioni già rese e per gli oneri ottenuti.
  2. L'inquilino e le persone da lui registrate hanno l'obbligo di trattare l'oggetto di locazione con la dovuta cura. Alla partenza, l'oggetto di locazione ed il rispettivo inventario, ed in particolare gli attrezzi di cucina ed i piatti sono da riconsegnare in condizione pulita, ordinata e spazzata. Il termine di consegna verrà concordato singolarmente al momento dell'entrata nell'oggetto di locazione o durante il periodo di locazione.
  3. L'inquilino risponde per i danni causati da parte sua o da parte delle persone, che sono state registrate assieme a lui sull'oggetto di locazione.
  4. L'inquilino ha l'obbligo di segnalare immediatamente gli eventuali difetti sull'oggetto di locazione e di farli eventualmente verbalizzare sul posto da parte del locatore o da un sostituto dello stesso. Non si accettano segnalazioni di difetti al locatore o all'intermediatrice dopo la riconsegna dell'oggetto di locazione e la fruizione dell’intera locazione.
  5. In caso di guasti, malfunzionamenti o anomalie di qualsiasi genere a carico di attrezzature e impianti o dell’immobile stesso, all'inquilino spetta l'obbligo di avvisare immediatamente l’intermediatrice o il locatore o la società locale di Servizi, al fine di contenere e minimizzare ulteriori danni. L’omissione di tale comunicazione comporta la perdita dei diritti dell’inquilino nei confronti del locatore
  6. Come difetti dell'oggetto di locazione si riconoscono soltanto quelli già esistenti al giorno d'entrata. L'inquilino ha l'obbligo di fornire prova per la tempestiva contestazione per difetti nonché per l'esistenza dell'affermato difetto.
  7. Al  locatore spetta l'obbligo di risolvere  il difetto segnalato entro un termine appropriato. Riguardo a ciò, si fa presente che i tempi e le modalità di intervento  sono quelle conformi ai criteri d'uso locale.
  8. La custodia di oggetti di valore nell'oggetto di locazione è sotto la totale responsabilità dell'inquilino. Il locatore non risponde in caso di perdita, di smarrimento o di furto o danno.
  9. L'inquilino è stato avvisato, che i regolamenti riguardo alla sicurezza edile e tecnica nonché la qualità delle attrezzature sanitari, degli arredamenti camere letto e gli arredamenti d'abitazione non rispondono sempre agli standard della patria dell'inquilino. Questi ed altri dati di fatto d'usanza locale non possono essere considerati difetti dell’ oggetto di locazione.
  10. Il locatore risponde per lo stato dell'oggetto di locazione, che è stato promesso secondo il depliant di locazione. Il locatore e l'intermediatrice possiedono però il diritto di dichiarare  fino al momento della stesura del contratto una modifica delle indicazioni contenute nel catalogo. L'inquilino deve essere informato da parte del locatore riguardo a tale fatto prima dell'accettazione del contratto d'affitto.
  11. Il locatore cerca di tener conto di spostamenti del periodo di locazione  eventualmente richiesti dall’inquilino, a condizione che l'esecuzione di quest'ultimi sia possibile e ragionevole.
  12. La responsabilità del locatore per danni causati in maniera colpevole, che non sono danni alle persone, viene limitata ad un triplo del canone di locazione, se il danno all'inquilino non sia stato causato né con dolo né con colpa grave. È esclusa la responsabilità del locatore per forza maggiore.
  13. I diritti dell'inquilino contro il locatore, per l'inesatta esecuzione della prestazione contrattualmente dovuta, sono da far valere per iscritto da parte dell'inquilino nei riguardi del locatore o dell'intermediatrice entro e non oltre un mese dopo il termine contrattuale del rapporto di locazione. Dopo il decorrere di tale scadenza, l'inquilino potrà far valere i sui diritti soltanto, se egli è stato impedito senza colpa, a mantenere il termine.
  14. Il foro competente è determinato dal diritto vigente.
  15. Questo contratto viene perfezionato in base alle determinazioni del diritto dispositivo.
  16. Qualora singole disposizioni del presente contratto non dovessero rivelarsi valide, ciò non inficia la validità delle restanti disposizioni del presente contratto.