Sardegna Blog

La spiaggia da sogno - Costa Rei

scritto da Thomas Waldschmidt il 20.01.16

Cosa posso farci? Ogni volta che descrivo la Costa Rei sembrerebbe quasi che io sia stato incaricato appositamente dall`associazione del turismo del posto. Non è affatto così! Oggi però, qui a Monaco è una giornata piovosa ed al pensiero che settimana prossima partiró per la Costa Rei sento il mio cuore palpitare. Ebben sí, lo ammetto: È proprio amore! Ricordo sempre con grande piacere la prima volta che la vidi, 25 anni fa. Avevo appena superato l`esame di maturità e mi aspettava una bella estate, che avrebbe in futuro caratterizzato le mie scelte di vita. L`avevamo raggiunta intorno a mezzanotte, LEI, la Costa Rei. La mattina seguente, ancora un pò addormentato, aprii la porta della veranda e di colpo ero sveglio. Non riuscivo a credere ai miei occhi. Davanti a me vi era una spiaggia di sabbia bianca, soleggiata, che non sembrava aver fine. Pensai: „sono alle Caraibi“. Ed in quel momento seppi, intuitivamente, che quello spettacolo mi avrebbe seguito per tutta la vita.

Costa Rei - il nome che ci spiega tutto

La costa dei re. Un nome piú adatto non si sarebbe potuto trovare. Negli anni 60 questa parte della costa non aveva anora colto l`interesse di nessuno, e solo poco alla volta si stabilirono le prime case vacanza lungo questi dieci chilometri di spiaggia da sogno. Negli anni 70 vennero ricoperte di asfalto le vecchie piste di sabbia e fu così che ebbe inizio il turismo su tale costa. Grazie a Dio ci furono anche allora persone intelligenti a capo degli`uffici edilizi dei comuni di Castiadas a Muravera, entrambi appartenenti alla Costa Rei. Così vennero approvati solo progetti che visualmente si sarebbero adattati bene alla natura e che non avrebbero superato l`altezza di un piano. Fino ad oggi non esiste alcun blocco di cemento come lo si può trovare in altre spiagge mediterranee e fino ad oggi ci sono ancora cinque chilometri di spiaggia completamente privi di costruzioni. Il mio amore verso la Costa Rei non mi ha piú lasciato da quando posi il mio sguardo su quella interminabile spiaggia bianca. Da allora ho trascorso lì molti bellissimi giorni ed ho trovato molti nuovi amici. Ogni anno vi ci torno con tanta gioia.

Mi piace l`atmosfera rilassata e la varietà delle possibilità. Adoro le lunghe passeggiate sulla spiaggia che si concludono sempre con un tuffo nelle acque azzurre del mare. Ma anche come surfista, sub, giocatore di beach volley o di calcio o semplicemente come „osservatore del mare“ mi godo in pieno ogni momento dell`estate.

I miei bar preferiti sulla spiagga di Costa Rei

Negli ultimi anni hanno aperto sulla spiaggia alcuni bar molto belli. Il mio amico Massimo ha realizzato il suo sogno aprendo il Maklas (www.maklas.it), nella Cala Sinzias (circa quattro chilometri a sud della Costa Rei), un bellissimo ed affascinante locale.

Per chi preferisce un locale piú caratteristico e sardo, sarà in buone mani andando da Nando nel suo „I Tarocchi“. A circa due chilometri a sud della spiaggia principale della Costa Rei, si gira a sinistra (provenienti da Costa Rei) seguendo i cartelli su una piccola strada sterrata si va giú e si giunge al bar.

Entrambi, sia il „Maklas“ sia „I Tarocchi“, sono posti perfetti per godersi un ottimo pranzo oppure un aperitivo serale al calare del sole, creando cosí un ottimo passaggio per pizza, pasta ed altre offerte culinarie della Costa Rei.

A questo proposito mi sta molto a cuore presentarvi il „L`Aragosta“ in via Colombo nel centro della Costa Rei. Lo svizzero Max vi servirà, in veste di chef, personalmente. Il mio consiglio: „filetto al pepe verde“... Tra meno di una settimana saró di nuovo alla mia spiaggia da sogno. E prima che a Monaco abbia inizio la follia dell`annuale „Oktoberfest“ (festa della birra), scambio i miei tradizionali pantaloni di pelle „Lederhose“ con un paio di pantaloncini da spiaggia, per lasciarmi poi affascinare dalla mia dolce metà con un vestito estivo meravigliosamente insabbiato.

temi simili